Blog

7 Maggio 2021

Blog aziendale: è ancora importante?

Comunicazione, Content strategy, Copywriting

cartello to telescope

Perché creare un blog aziendale può aiutare il tuo sito e le tue vendite

Scrivere un blog aziendale per promuovere il tuo brand online è una delle strategie di marketing più efficaci e durature nel tempo, perché ti permette di creare contenuti su una piattaforma di proprietà (il tuo sito) e momenti di contatto nel Customer Journey dei tuoi clienti.

La domanda di molti imprenditori è spesso la stessa: vale la pena dedicare tempo, sforzi e denaro a questa attività? La risposta è sì. Il corporate blog è uno strumento imprescindibile per supportare le vendite aziendali

Cos’è un blog aziendale

Più che una realtà a sé, realizzata su una piattaforma separata, il blog aziendale è una sezione del tuo sito costruita grazie al tuo CMS o allo sviluppo di un web developer, su cui puoi raccontare il mondo che ruota attorno al tuo brand e ai tuoi clienti attuali e potenziali.

È fondamentale chiarire subito, però, che l’attività di corporate blogging non è un diario personale o a una sezione news. È un racconto che risponde a obiettivi di marketing che rientrano in una visione più ampia: quella di vendere i tuoi prodotti o servizi attraverso la creazione di una relazione stabile con il tuo pubblico.

Perché creare un blog aziendale

L’attività di content marketing è fondamentale perché è in grado di dare forma a una narrazione che fluisce naturalmente verso l’acquisto dei tuoi prodotti da parte delle persone che conoscono il tuo brand. Un blog aziendale ben studiato ha molteplici vantaggi:

  • È un punto di contatto importante tra l’azienda e il cliente

Fare corporate blogging ti permette di raccontare la tua realtà, raccogliendo i clienti in momenti differenti del Customer Journey attraverso contenuti interessanti che rispondano a esigenze e domande diverse.Si tratta di una forma preziosa di Customer Relationship Marketing, quell’attività strategica che permette a ogni brand di aumentare la Brand Awareness e la Brand Consideration, mettendo al centro il proprio target, i suoi valori, i desideri e i bisogni.

  • Posiziona il tuo sito in maniera autorevole in SERP

È sempre bene ricordarlo: i siti vetrina sono bellissimi e a bassa manutenzione, ma non sono funzionali. L’obiettivo di un sito web è quello di portare nuovi clienti ma, per farlo, deve essere prima di tutto trovatoTra i fattori di ranking più importanti per i motori di ricerca c’è la User Experience e, con essa, quanto utili e aggiornate sono le tue pagine: articoli nuovi, differenti e ben scritti sono considerati da Google più validi per garantire l’esperienza degli utenti e si posizionano molto meglio in SERP rispetto a siti graficamente impeccabili, ma immobili.

  • Intercetta traffico di qualità

Il grande pregio di un blog aziendale e di un piano editoriale studiato è proprio quello di dare risposte dettagliate e attendibili alle domande che le persone digitano su Google, intercettando utenti che sono interessati al tuo settore e stanno ricercando informazioni più o meno specifiche. Rimandarli alle pagine importanti del tuo sito in maniera sottile e non forzata è la sottile arte della Content Creation. 

Come creare un blog aziendale: le cose da sapere

Uno dei problemi principali quando si inizia un magazine aziendale è partire senza avere chiaro lo scopo. Pubblicare qualcosa tanto per non lasciare sguarnita la voce a menù è controproducente sotto ogni punto di vista: aspettative, tempo e sforzi. 

Ecco perché affidarsi a un piano strategico e a degli obiettivi di content marketing ben ponderati (se da un professionista, anche meglio), fa la differenza. Tra gli aspetti fondamentali, il blog corporate deve: 

  • Fornire contenuti interessanti per i tuoi lettori, perché più che un mezzo per dare voce al brand (non è, appunto, un diario) è uno strumento per generare condivisione e partecipazione ed è allineato agli obiettivi commerciali dell’azienda.
  • Essere perfettamente ottimizzato per i motori di ricerca: non basta raccontare, ma bisogna saper raccontare ai motori di ricerca, in modo tale che siano in grado di indicizzare i contenuti e renderli disponibili per gli utenti.

Includere un piano editoriale vario e funzionale al tuo obiettivo: in altre parole, deve raggiungere il giusto mezzo tra contenuti specifici e settoriali e argomenti più a largo raggio ma sempre inerenti, così da assicurarti traffico in target e un buon livello di engagement, senza diluire l’essenza del brand.

Photo Credits: Ferena Lenzi

Articoli correlati

Perché piace lo spot per l’Emilia Romagna?

In un mondo dove tutto compete per l’attenzione dei consumatori, anche le regioni

La necessità della bellezza

Mai titolo più bello e necessario. La lezione sulla necessità della bellezza tenuta